Contatto Segnala il Sito
Pagina iniziale del PortaleCerca nel Portale
Home » Presepe 041  
Presepi 2011
»Vincitori del 4 Concorso
»Votate i Presepi
»IV Edizione I Presepi
»Presepe 001
»Presepe 002
»Presepe 003
»Presepe 004
»Presepe 005
»Presepe 006
»Presepe 007
»Presepe 008
»Presepe 009
»Presepe 010
»Presepe 011
»Presepe 012
»Presepe 013
»Presepe 014
»Presepe 015
»Presepe 016
»Presepe 017
»Presepe 018
»Presepe 019
»Presepe 020
»Presepe 021
»Presepe 022
»Presepe 023
»Presepe 024
»Presepe 025
»Presepe 026
»Presepe 027
»Presepe 028
»Presepe 029
»Presepe 030
»Presepe 031
»Presepe 032
»Presepe 033
»Presepe 034
»Presepe 035
»Presepe 036
»Presepe 037
»Presepe 038
»Presepe 039
»Presepe 040
··Presepe 041
»Presepe 042
»Presepe 043
»Presepe 044
»Presepe 045
»Presepe 046
»Presepe 047
»Presepe 048
»Presepe 049
»Presepe 050
»Presepe 051
»Presepe 052
»Presepe 053
»Presepe 054
»Presepe 055
»Presepe 056
»Presepe 057
»Presepe 058
»Presepe 059
»Presepe 060
»Presepe 061
»Presepe 062
»Presepe 063
»Presepe 064
»Presepe 065
»Presepe 66
»Presepe 067
»Presepe 068
»Presepe 069
»Presepe 070
»Presepe 071
»Presepe 072
»Presepe 073
»Presepe 074
»Presepe 075
»Presepe 076
»Presepe 077
»Presepe 078
»Presepe 079
»Presepe 080
»Presepe 081
»Presepe 082
»Presepe 083
»Presepe 084
»Presepe 085
»Presepe 086
»Presepe 088
»Presepe 089
»Presepe 090
»Presepe 091
»Presepe 092
»Presepe 093
»Presepe 094
»Presepe 095
»Presepe 096
»Presepe n. 97
»Presepe 098
»Presepe n. 99
»Presepe 100
»Presepe 101
»Presepe 102
»Presepe 103
»Presepe 104
»Presepe 105
»Presepe 106
»Presepe 107
»Presepe 108
»Presepe 109
»Presepe 110
»Presepe 111
Conosci il Salento
Accedi all'Area Riservata
Le Aree!
»Grecia Salentina
»Nord Salento Adriatico
»Nord Salento Jonico
»Sud Salento Adriatico
»Sud Salento Jonico
Itinerari nel Salento

Presepe artistico - Casarano Lecce

Presepe domestico - privato

Presepe artistico

  • AUTORE: Viscoti Matteo
  • LUOGO: Casarano (LE)
  • AUTORE DEGLI SCATTI: Viscoti Matteo
  • DESCRIZIONE: Descrizione: Il presepe è stato realizzato con vari materiali, dal cartone al polistirolo, dalla plastica al legno. Ogni personaggio o scorcio della composizione ha un valore simbolico, rendendo così la rappresentazione ricca di messaggi attualizzati.

    La grotta si trova al centro del presepe, sotto il paese, quindi Gesù è colui che deve sempre essere al centro della nostra vita in quanto è lí unica cosa che può colmare quel vuoto creato dalla grotta.

    Essendo il villaggio a destra, i personaggi, affamati, si recano da Gesù, pane di vita, che li ricompensa con lí abbondanza, rappresentata dal forno e dai salumi.

    Il pozzo di Giacobbe richiama agli episodi biblici della Samaritana e dei profeti che proprio lì hanno incontrato la persona amata. Questo luogo quindi rappresenta Dio Amore.

    I due pescatori sono due figure simboliche: rappresentano infatti due realtà: il lavoro e la fede. Il lavoro perché essi collaborando( uno pesca, lí altro vende) riescono ad arrivare ad un obiettivo comune, ossia il salario, lavorando onestamente. La fede perché essi vivono di pesca, e sperano in Dio in quanto devono per forza riuscire a catturare qualche pesce per poter vivere. Non solo, essi si fidano lí uno dellí altro perché solo con la collaborazione si va avanti, da soli i due non farebbero nulla.

    Il fiume invece rappresenta la mentalità odierna. La logica del mondo oggi ci trascina come una corrente sempre più in basso, facendoci perdere lí identità (le gocce dí acqua nel lago non si distinguono più).

    La figura del pastore a destra, invece, richiama alla parabola del Buon Pastore che aiuta la pecorella in difficoltà.

    Le lavandaie: una nel lago e lí altra nel piano superiore, rappresentano la purificazione e quindi il sacramento della penitenza.

    Il vasaio è Dio che modella i suoi fedeli rendendoli da argilla senza forma in dei vasi bellissimi utili ai cittadini. Lo spaccapietre invece simboleggia la caparbietà di Dio nel far convertire anche chi non è di argilla, ma di pietra: a furia di battere e di manifestare il suo amore di padre, anche i cuori più duri, di pietra, riescono ad avere una forma che non può essere modificata da nessuno, resi cioè incorruttibili.

    Il falegname richiama alla professione di san Giuseppe che insegnerà al Figlio lí arte del lavoro.

    Della sezione maligna fanno invece parte lí arrotino e lí oste. Lí arrotino affila il lame, quindi rende le parole degli uomini taglienti. Esse infatti fanno male agli altri e servono dolo per mettere zizzania.

    oste, che si chiama CicciBacco, invece è il Diavolo che cerca di condurre sulla via della perdizione gli uomini, illudendoli con il piacere del vino. Alla fine però presenterà sempre il conto alle sue vittime.

    Le scale invece simboleggiano lí atteggiamento dei magi che le percorrono: per incontrare Gesù bisogna scendere dai propri troni, in quanto Dio sceglie di nascere non nel castello, ma in uní umile mangiatoia.

    Dal maniscalco invece dovrebbe prendere spunto chi vuole veramente gioire con i fratelli in cristo: come egli ferra i piedi dellí asino, facendolo andare più spedito senza dolore, così ognuno di noi dovrebbe aiutare chi è in difficoltà ďferrandoloĒ per evitare di inciampare ad ogni difficoltà della vita.

    I suonatori stanno provando i loro strumenti, in quanto di lì a poco devono andare e rendere lode a Dio prima nella grotta, e poi nella chiesa.

    I due bambini che escono dallí osteria rappresentano lí uomo nuovo che Gesù, dopo la sua sepoltura, scendendo negli inferi ha liberato dal peccato, facendolo appunto rinascere.

    Da notare è la mancanza di particolari allí interno dellí albergo e del castello di re Erode. Non è stato un errore, infatti i Vangeli ci narrano che la Sacra Famiglia non trovò posto nellí albergo, come anche Gesù non trovò posto allí interno del cuore di Erode. Quindi questo significa che senza Gesù la nostra vita diventa vuota proprio come lí interno delle due abitazioni.

    Il muratore

    Il pastore dormiente, invece, ci riporta nella realtà, cioè al nostro tempo. Il presepe, infatti, è solo uní immagine, un sogno. Noi a natale, oltre a ricordare Gesù che è nato nella capanna di Betlemme, non dobbiamo dimenticare che Cristo verrà alla fine dei tempi e quindi dobbiamo prepararci a tale incontro, affinchè non ci trovi impreparati.

VOTI N. 8 - FACEBOOK VOTI N. 75

Presepe artistico

Presepe artistico

Ultimo aggiornamento: 11/02/2012 (10:22)

Facebook
Iscriviti al nostro
Gruppo su Facebook

Segnala la pagina

Da leggere:
»Pro loco del Salento
»Le Tavole di San Giuseppe
»Da vedere a Cutrofiano
»I Luoghi di Don T. Bello
»Da Otranto a Leuca
»Santa Sofia
»Sorgenti libere!
Soggiornare nel Salento!

La tua Struttura

Vuoi inserire la tua Struttura Ricettiva su ProlocoSalento? Contattaci...
Tel. 368/3413297

Versione StampabileVersione stampabile

Cerca nel Portale delle Pro Loco
 
Home Il Consiglio Modulo di Contatto Segnala il Sito Cerca GuestBook

Ass.ne Pro Loco del Salento
Viale Francesco Ferrari 5, Casarano Lecce
Per informazioni: Tel./Fax 0833/513351
Giuseppe Botrugno: e-mail - Beatrice Arcano: e-mail
E-mail: info@prolocosalento.it
Vietata la riproduzione, anche parziale, dei contenuti del sito.
L'Associazione non Ť responsabile
dei documenti e delle foto pubblicate dalle singole Associazioni aderenti.