Contatto Segnala il Sito
Pagina iniziale del PortaleCerca nel Portale
ProlocoSalento.it » Santa Maria al Bagno » La preistoria  
Informazioni
»Home Page Pro Loco
»Il Direttivo
»Recapiti
»Modulo di contatto
»Segnala questo Sito!
»Firma Libro delle Visite
»Leggi Libro delle Visite
Logo Santa Maria al Bagno
Posta ElettronicaE-Mail
Segnala questo sito!Segnala il Sito


Versione StampabileVersione stampabile

Accedi all'Area Riservata
Cerca nel Portale delle Pro Loco
Le Aree!
»Grecia Salentina
»Nord Salento Adriatico
»Nord Salento Jonico
»Sud Salento Adriatico
»Sud Salento Jonico

L'età Neolitica a Santa Maria al Bagno

L'età Neolitica

Panorama del Canalone

Il territorio di S. Maria è stato abitato sin dall'era neolitica, ultima fase dell'età della pietra. L'uomo si riparava nelle caverne, fabbricava svariati utensili mostrando una notevole abilità tecnica; si dedicava alla caccia ed alla pesca. Il territorio era coperto, in quell'epoca, da fitte foreste. L'area archeologica si svolge in un canalone preistorico e lungo i suoi costoni.

Grotta del FicoFu utilizzata per moltissimi anni dai primi uomini, perché ben si prestava alla caccia, alla pesca, al pascolo ed offriva numerose caverne per il ricovero ed il riparo dalle intemperie, sia per uomini che per animali; inoltre permetteva un facile ed immediato accesso al mare.

Proprio in detto canalone ha luogo la famosa Grotta del Fico, parzialmente esplorata negli anni '60; sono stati portati alla luce reperti interessanti, quali cuspidi di frecce, lamelle, cocci di ceramica ecc. a testimonianza della presenza in loco di insediamenti primordiali dell'uomo.

Tombe messapicheSulle alture adiacenti il canale, fatte di banchi di calcare tufaceo, sono incisi i graffiti, consistenti in segni circolari, coppelle e canalicoli rivolti verso il basso, forse a scopo rituale. Sempre sulle zone alte, nonostante i trascorsi millenni, l'imperversare delle intemperie e l'incuria dell'uomo moderno, ancora numerose (all'epoca oltre 1000) sono le tombe scavate nella roccia, forse di età messapica; ciò testimonia che il luogo fu densamente abitato. La zona attualmente è vincolata, ma in stato di abbandono; sarebbe opportuno renderla visitabile perché è una parte molto importante di S. Maria.

Ultimo aggiornamento: 19/01/2003 (19:42)
Altri documenti
»La preistoria
»La Sorgente
»Piazza Salandra a Narḍ
»Narḍ: cenni storici
»CHIESA DI SAN TRIFONE
»FONTANA DEL TORO
»GUGLIA DELL'IMMACOLATA
»PALAZZO DELLA PRETURA
»IL SEDILE
»LE TORRI COSTIERE A NARD̉
»ITINERARIO: LE TORRI
»TORRE DELL’ALTO
»TORRE ULUZZU
»TORRE INSERRAGLIO
»TORRE DI SANT’ISIDORO
»VISITA AD ACAYA
»Gita a Rapolla e Melfi
»Lettera al Sindaco
»Gita in Sicilia
»Viaggio in Sicilia
»Gita in Calabria

Foto del Salento
»FOTO
 
Home Il Consiglio Modulo di Contatto Segnala il Sito Cerca GuestBook

Ass.ne Pro Loco del Salento
Viale Francesco Ferrari 5, Casarano Lecce
Per informazioni: Tel./Fax 0833/513351
Giuseppe Botrugno: e-mail - Beatrice Arcano: e-mail
E-mail: info@prolocosalento.it
Vietata la riproduzione, anche parziale, dei contenuti del sito.
L'Associazione non è responsabile
dei documenti e delle foto pubblicate dalle singole Associazioni aderenti.